Sedie da ufficio ergonomiche: guida all'acquisto

Sedie da ufficio ergonomiche: guida all’acquisto

Al giorno d’oggi, con lo sviluppo della tecnologia, i lavori che richiedono l’uso di un computer sono molteplici e in continuo aumento. Le persone che svolgono un lavoro sedentario di fronte a un computer sanno bene che avere la sedia giusta è fondamentale per svolgere al meglio il proprio lavoro senza trovarsi con dolori alla schiena e cervicali con l’andare del tempo. Per questo motivo nasce questa guida alla scelta della sedia dattilo ideale.

Gli elementi essenziali da tenere in considerazione nell’acquisto di una sedia per ufficio sono i seguenti:

  • Seduta regolabile in altezza: da regolare in base all’altezza del tavolo per assumere così una corretta posizione del busto, delle gambe e della testa;
  • Base a razze con ruote e seduta girevole: utile per le piccole movimentazioni da una parte all’altra della scrivania oppure per raggiungere cassetti o archivi vicini alla propria postazione;
  • Schienale e seduta inclinabili: così da poter assumere una posizione eretta della schiena;
  • Braccioli regolabili: per poterli abbassare quando serve avvicinare la seduta al tavolo, permettendo di farli passare sotto al piano, e di alzarli per altri usi.

meccanismo-sincronizzato-sedia-ufficio

Per poter regolare tutte queste parti della sedia e adattarle così al proprio corpo, le sedie da ufficio sono dotate di un meccanismo di regolazione posto sotto la seduta. In mercato esistono tanti tipi di meccanismi, dai più semplici, come il meccanismo sincronizzato, ai più complessi e articolati come per esempio il meccanismo a contatto permanente e antishock.

Il più comune è sicuramente il meccanismo sincronizzato che permette al sedile e allo schienale di muoversi in modo sincronizzato in base ai movimenti della persona (come è spiegato nella foto accanto) e in base al peso corporeo.

Molto importante nelle sedie per ufficio è anche la scocca: non deve essere rigida ma nemmeno troppo imbottita per evitare di rilassarsi troppo durante l’utilizzo e di assumere una posizione scorretta. Ottime sono le sedute con schienale dotato di supporto lombare ai lati che “obbligano” a tenere una corretta postura della schiena.

Per quanto riguarda il tipo di tessuto invece, anche in questo caso è importante scegliere quello giusto e non fare l’errore di scegliere in base all’aspetto estetico. Spesso infatti le sedie direzionali sono rivestite in pelle o finta pelle perché gli dona un aspetto elegante e professionale e sono quindi molto belle da vedere e adatte agli uffici dirigenziali, questo però non è il tessuto migliore con cui rivestire la scocca della propria sedia da ufficio.

sedia-direzionale-in-rete

I tessuti migliori sono infatti quelli traspiranti come il cotone oppure la rete. L’esempio dei due materiali appena citati lo troviamo nella sedia Expo.15 Ex (nella foto a lato) prodotta da Vaghi, un’azienda italiana specializzata nella produzione di sedute per l’ufficio da più di 50 anni.

Un accessorio non indispensabile ma comunque molto pratico in certi casi è il poggiatesta. E’ infatti utile, per chi soffre di cervicali, come sostegno della testa per evitare di affaticare troppo la muscolatura della nuca, prevenendo così tensioni muscolari.

Ricordiamo infine che non è sufficiente avere un’eccellente sedia da ufficio se poi viene mal utilizzata. La posizione che l’utente dovrebbe avere è quella della foto qui sotto: testa e schiena dritta, gambe a 90° che toccano il pavimento (o un poggiapiedi), gomiti a 90°. Mantenere i muscoli di collo, polsi e schiena rilassati è fondamentale!

seduta-ergonomica

Sarà quindi necessario regolare la propria sedia secondo questi standard e assicurarsi di non assumere posizioni scorrette durante la giornata. Quando si è stanchi e affaticati si suggerisce piuttosto di alzarsi e fare qualche passo oppure di prendersi una pausa.

[Per maggiori informazioni sulla corretta postura clicca qui]

Consigliamo quindi a tutti coloro che passano la maggior parte della propria giornata seduti davanti alla scrivania di non acquistare una sedia per l’aspetto e il design ma di tenere conto di tutte le caratteristiche appena elencate.

Solo in questo modo si potrà avere una sedia ergonomica regolabile in tutte le sue parti per meglio addattarla alle caratteristiche del proprio corpo, evitando così dolori come mal di schiena e cervicali dovuti ad una posizione scorretta.

___________________________________________________________________________________________________

Cosa stai aspettando? Inizia subito la ricerca della sedia per ufficio perfetta per te e per i tuoi dipendenti. Entra nel vasto catalogo di sedie da ufficio di ArredaSì!